IL TEMPO DI GEA • Infanzia - Nido
iltempodigea@gmail.com • 0974 275396

CARTA DEI SERVIZI

1) UGUAGLIANZA

 1.1 Nessuna discriminazione può essere compiuta nell’offerta del servizio scolastico per motivi riguardanti sesso, razza, etnia, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni psico-fisiche e socio-economiche.

Per le educatrici de Il tempo di GEA di Agropoli l’uguaglianza va intesa come divieto di ogni discriminazione e non come uniformità delle prestazioni.

A tutti gli alunni, indistintamente, è garantita, attraverso la differenziazione delle opportunità educative, una formazione equivalente; ciò significa che, nel rispetto delle diversità esistenti, sono offerti, ad ogni alunno, non tanto sistemi, contenuti, mezzi di istruzione uguali, quanto ugualmente efficaci; così ciascun alunno potrà conseguire quegli strumenti, quelle conoscenze, quelle abilità indispensabili per un arricchimento personale e sociale, per non vivere situazioni di emarginazione.

Le educatrici, nella loro azione professionale, garantiscono a tutti gli alunni gli stessi diritti, tendono a sviluppare negli alunni la capacità di pensare a se stessi come parte integrante di una comunità di eguali, da cui si riceve e a cui si dà e la capacità di “vedersi” nell’altro con gli stessi bisogni fondamentali e gli stessi diritti, compresa ovviamente la risorsa “diversità”.

2) IMPARZIALITÀ E REGOLARITÀ

 1.2 I soggetti erogatori del servizio scolastico agiscono secondo criteri di obiettività ed equità.

2.2 La scuola garantisce la regolarità e la continuità del servizio e delle attività educative, nel rispetto dei principi e delle norme sancite dalla legge e in applicazione delle disposizioni contrattuali in materia.

3) ACCOGLIENZA ED INTEGRAZIONE

 La scuola si impegna, con opportuni ed adeguati atteggiamenti ed azioni di tutti gli operatori del servizio, a favorire l’accoglienza dei genitori e degli alunni, l’inserimento e l’integrazione di questi ultimi, con particolare riguardo alla fase di ingresso alle classi iniziali e alle situazioni di rilevante necessità.

Il tempo di Gea  si  impegna,  in  sede  di  programmazione  educativa e  didattica, ad elaborare specifici progetti secondo i seguenti criteri.

Accoglienza  genitori: 

  • presentazione della scuola nel giorno dell’open day per le prime classi;
  • frequenti colloqui individuali.

Accoglienza  alunni: 

  • raccolta di informazioni attraverso incontri iniziali con i genitori;
  • armonizzazione curricoli;

Carta dei diritti dell’alunno: 

  • l’alunno ha diritto ad una scuola organizzata e gestita in funzione dei suoi diritti e dei suoi bisogni di formazione ed istruzione nell’ambito delle regole della comunità poste a garantire la libertà di tutti;
  • l’alunno ha diritto ad un clima educativo sereno;
  • l’alunno ha diritto di essere rispettato nell’espressione della sua personalità, nei suoi modi e tempi di apprendimento;
  • l’alunno ha diritto ad una scuola che promuova e valorizzi le sue potenzialità.

4) DIRITTO DI SCELTA, OBBLIGO SCOLASTICO E FREQUENZA

 4.1 L’obbligo scolastico e la regolarità della frequenza sono assicurati con interventi di prevenzione e controllo.

5) PARTECIPAZIONE, EFFICIENZA E TRASPARENZA 

5.1 Istituzioni, personale, genitori, alunni, sono protagonisti e responsabili dell’attuazione della “Carta”, attraverso una gestione partecipata della scuola, nell’ambito degli organi e delle procedure vigenti.

I loro comportamenti devono favorire la più ampia realizzazione degli standard generali del servizio.

6) LIBERTÀ DI INSEGNAMENTO ED AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE 

6.1. La programmazione assicura il rispetto delle libertà di insegnamento delle educatrici e garantisce la formazione dell’alunno, facilitandone le potenzialità evolutive e contribuendo allo sviluppo armonico della personalità, nel rispetto degli obiettivi formativi nazionali e comunitari, generali e specifici, recepiti nei piani di studi di ciascun indirizzo.

La libertà di insegnamento del docente si esplica nella scelta di metodologie adeguate ai bisogni formativi e cognitivi dei ragazzi, nel rispetto ed in coerenza con l’impianto educativo scelto dalla scuola.

7) AREA DIDATTICA DELLA CARTA DEI SERVIZI

La scuola, con l’apporto delle competenze professionali del personale e con la collaborazione ed il concorso delle famiglie, delle istituzioni e della società civile, è responsabile della qualità delle attività educative e si impegna a garantirne l’adeguatezza alle esigenze culturali e formative degli alunni, nel rispetto di obiettivi educativi validi per il raggiungimento delle finalità istituzionali.

Il tempo di Gea con l’apporto delle competenze professionali del personale e con la collaborazione ed il concorso delle famiglie, come indicato dall’art. 30 della Costituzione Italiana sui doveri educativo – formativi della famiglia, delle istituzioni e della società civile, è corresponsabile della qualità delle attività educative e si impegna a garantirne l’adeguatezza alle esigenze culturali e formative degli alunni, nel rispetto degli obiettivi educativi ritenuti validi per il raggiungimento delle finalità istituzionali.

Le educatrici de Il tempo di Gea considerano bisogni formativi degli alunni:

  •  la consapevolezza di “” (autopercezione come conoscenza e accettazione di sé riferita all’età e finalizzata alla costruzione dell’identità personale);
  • i rapporti interpersonali (percezione degli “altri” come persone diverse per giungere alla costruzione di una rete relazionale ricca e positiva);
  • l’interazione con l’ambiente (spazi, risorse, associazioni);
  • la padronanza degli strumenti per la decodificazione e codificazione;
  • il benessere psicofisico (abitudini alimentari, rapporti con il proprio corpo, ed equilibrio psichico, mentale, sociale e morale, come si può ricavare dalla definizione di salute dell’OMS, cioè lo star bene con se stessi, con gli altri e con il mondo, in famiglia, nella scuola, nel proprio territorio).
  • La scuola individua ed elabora gli strumenti per garantire la continuità educativa tra i diversi ordini e gradi dell’istruzione, al fine di promuovere un armonico sviluppo della personalità
  • Nella scelta dei libri di testo e delle strumentazioni didattiche, la scuola assume come criteri di riferimento la validità culturale e la funzionalità educativa, con particolare riguardo agli obiettivi formativi, e la rispondenza alle esigenze dell’utenza.
  • Nel rapporto con gli allievi, in particolare i più piccoli, le educatrici colloquiano in modo pacato e teso al Non devono ricorrere ad alcuna forma di intimidazione o minaccia di punizioni mortificanti.

La scuola garantisce l’elaborazione, l’adozione e la pubblicazione del Programma didattico dell’Anno Scolastico in corso.

8) SERVIZI  AMMINISTRATIVI

 La scuola individua, garantendo l’osservanza ed il rispetto, i seguenti fattori di qualità dei servizi amministrativi:

  • celerità delle procedure
  • trasparenza
  • informatizzazione dei servizi di segreteria
  • flessibilità dell’orario degli uffici a contatto con il pubblico

CELERITÀ DELLE PROCEDURE

 La segreteria funziona secondo i seguenti orari:

Dal Lunedì al Venerdì Dalle ore 8.30 alle ore 17.30

Apertura al pubblico

Dal Lunedì al Venerdì Dalle ore 8.30 alle ore 10.30

 

Orario di ricevimento per i Docenti
Giovedì Dalle 15.00 alle 16.30

Gli orari degli uffici sono stati articolati con l’intento di poter offrire un servizio adeguato al pubblico e a tutto il personale delle scuole dall’utenza.

  • Il rilascio dei certificati di iscrizione e frequenza nonché quelli di servizio viene effettuato entro breve termine, dai due ai cinque giorni
  • La scuola assicura all’utente tempestività e cortesia nel contatto telefonico, stabilendo al proprio interno opportunità di
  • Per l’informazione, all’ingresso della scuola saranno assicurati spazi ben visibili ed in particolare una bacheca per le comunicazioni generali.
  • Presso l’ingresso degli uffici sono presenti operatori scolastici in grado di fornire all’utenza le prime informazioni per la fruizione del
  • Accesso ai documenti amministrativi agli aventi diritto, nel pieno rispetto dei servizi sanciti dalla Legge 7 agosto 1990 241 e compatibilmente con i valori discrezionali valutati dall’amministrazione.

9) TRASPARENZA

 Identificazione degli operatori scolastici mediante cartellino apposita divisa.

L’Istituzione scolastica, al fine di promuovere ogni forma di partecipazione, garantisce la massima semplificazione delle procedure e un’informazione completa e trasparente dei servizi amministrativi.

  1. La scuola fissandone e pubblicandone gli standard e garantendone altresì l’osservanza ed il rispetto, i seguenti fattori di qualità dei servizi amministrativi:
    • celerità delle procedure
    • trasparenza
    • informatizzazione dei servizi di segreteria
    • flessibilità degli orari degli uffici a contatto con il pubblico
  2. L’Istituto assicurerà spazi ben visibili adibiti all’informazione.
  3. Il Regolamento scolastico avrà adeguata pubblicità mediante affissione e pubblicazione sul sito web

10) PROCEDURE DI RECLAMO

 Nel clima di collaborazione che caratterizza la vita della scuola, le proposte, i reclami, il monitoraggio e la valutazione del servizio sono concepiti come strumenti per il miglioramento del servizio stesso; in tale prospettiva i momenti della partecipazione e della valutazione sono considerati interdipendenti e legati tra loro, infatti ogni valutazione del servizio ha come condizione la partecipazione effettiva alla vita e alla gestione della scuola da parte di tutti i soggetti coinvolti.

Tutti i soggetti protagonisti del processo educativo (genitori, personale docente e non docente) possono avanzare proposte di miglioramento del servizio.

In presenza di disservizi, di atti o comportamenti che appaiono in contrasto con i contenuti della presente Carta dei servizi scolastici, gli utenti possono effettuare segnalazioni al dirigente scolastico.

I reclami possono essere espressi in forma orale, scritta telefonica o via mail e devono contenere le generalità, l’indirizzo e la reperibilità del proponente, i reclami telefonici o via mail devono essere successivamente sottoscritti.

La direzione, valutati i motivi e la fondatezza del reclamo, risponde in forma scritta, entro i quindici giorni successivi dalla pronuncia del reclamo, attivandosi per rimuovere le cause che hanno originato il reclamo.

11) INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI DI SEGRETERIA

Gli uffici di segreteria sono informatizzati ed il personale utilizza programmi specifici.

12) CONTROLLO

 La direzione vigila sull’efficienza e l’efficacia dei servizi amministrativi attraverso strumenti formali e informali.

13) AREA AMBIENTALE

Le condizioni ambientali costituiscono un fattore rilevante per la realizzazione del progetto formativo che la Scuola propone, si rileva perciò la necessità di individuare i seguenti fattori di qualità:

  • ambiente scolastico pulito, accogliente e sicuro secondo le normative vigenti
  • locali adeguati allo svolgimento delle attività didattiche
  • dotazione adeguata di sussidi didattici
  • abbattimento delle barriere architettoniche
  • predisposizione di sistemi di sicurezza e piani di evacuazione
  • utilizzo di spazi esterni per attività ricreative

14) CONTROLLO E VALUTAZIONE DEI SERVIZI

 Allo scopo di accogliere elementi utili alla valutazione del servizio reso e per elevare il livello qualitativo vengono effettuate periodiche rilevazioni relative agli aspetti organizzativi, didattici e amministrativi.

Per migliorare il servizio, eventuali proposte possono essere presentate alla direzione.

Condividi